GoFoil GL180 Vs. IWA

GoFoil GL180 Vs. IWA

Avendo messo insieme già alcune uscite a Maui con un combo tavola/wing dotato del GoFoil GL180, siamo già in grado di potervi parlare delle differenze fra quest’ultimo ed il GoFoil IWA.

GoFoil 1.5

Come abbiamo sottolineato in altri articoli, con la nuova serie 1.5, che comprende anche la linea GL (GLide), GoFoil ha finalmente creato un ecosistema consentendo di montare foil e stabilizzatori diversi sullo stesso mast/fuselage. Fino allo scorso anno gli appassionati che intendevano allargare il proprio GoFoil quiver erano infatti costretti o a indirizzarsi verso i combo (p.es. Kai + IWA) cioè a due set di ali fatte per essere montate sullo stesso fuselage, ovvero ad acquistare un intera combinazione mast/fuselage e ali. Il problema stava nelle tolleranze di montaggio piuttosto ristrette e, d’altro canto, GoFoil NON offriva ali separatamente, quindi prive di mast/fuselage.

Le ali anteriori GoFoil. Pic GoFoil Japan
Le ali anteriori GoFoil. Pic GoFoil Japan

Con la nuova serie 1.5 GoFoil ha finalmente posto rimedio a questo inconveniente, di certo non di poco conto, assicurando quindi una totale modularità. Le altre novità riguardano una migliorata qualità costruttiva, che rende i nuovi foil più leggeri, e l’introduzione della serie GL, cioè ali con profilo piatto ad altissimo aspetto fatte per garantire le migliori doti di portanza. A Maui, in attesa di testare il GL140, stiamo usando il GL180 con stabilizzatore Kai, lo stesso montato con il GoFoil IWA, ma con mast da 29.5’’, cioè da 75 cm, mentre abbiamo impiegato l’IWA con mast da 24.5’’ (65 cm) nel Mediterraneo.

JL Flying V 5'11'' GL180 stab. Kai 29.5'' mast. F-ONE Swing 4.2.
JL Flying V 5’11” GL180 stab. Kai, mast 75 cm. F-ONE Swing 4.2. Pic Peter Stoklas
Kalama 5.0' SUP Full Carbon GoFoil IWA stab. Kai mast 65 cm. Duotone Foil Wing 4.
Kalama 5.0′ SUP Full Carbon GoFoil IWA stab. Kai mast 65 cm. Duotone Foil Wing 4.

GoFoil GL180 ed IWA

Le differenze fra i due foil, sono piuttosto evidenti e vanno ben aldilà dei 10 cm2 di differenza dell’area proiettata a vantaggio del GL180 e nel complesso fanno di tale accoppiata un ottimo foil quiver per wingfoiler leggeri e di peso medio. La tabella riassuntiva che riportiamo di seguito mette a confronto i due setup GoFoil IWA con stabilizzatore Kai e mast 24.5’’ e GL180 con mast 1.5 29.5’’ e stabilizzatore Kai.


 TakeoffPortanzaVelocitàControlloManovrabilitàPeso
GoFoil IWA
GoFoil GL180

Conclusioni

Per wingfoiler di peso leggero/medio il GoFoil GL180 con mast da 29.5’’ è, se ci permettete il gioco di parole, un must e completa in modo ideale un quiver che comprende un foil più mirato al light wind, come l’IWA o addirittura il Maliko 200. Certo, il GL180 è destinato sostanzialmente ai wingfoiler intermedi/esperti. Ciò in virtù delle doti di lift non comparabili a quelle garantite da Foil di maggior superficie e/o differente profilo ed outline, delle elevate velocità che è in grado di garantire e della vivacità con cui reagisce ai cambi di direzione. Il fatto che, lo ripetiamo ancora, finalmente è possibile creare un ecosistema GoFoil rende possibile finalmente iniziare da foil con lift elevato e lenti per poi passare via via ad ali, come quelle della serie GL, più performanti sul piano della velocità, della portanza e del controllo.

Immagini © Wingsurfmag.it, Peter Stoklas, GoFoil Japan

Lascia un commento